•  
  •  

Face Perfezionamento “Evoluzione Straight-Wire” Nord e Centro Italia

18/02/2016
09/04/2017
8 Incontro/i

Obiettivi

Corso teorico-pratico rivolto a tutti gli ortodontisti che utilizzano quotidianamente apparecchiature interamente o parzialmente programmate. Lo scopo è quello di fornire all’ortodontista nuovi obiettivi diagnostici, occluso-funzionali e biomeccanici, in modo da poter ottimizzare il trattamento ortodontico nella pratica quotidiana.

Incontro/i

  • 1

    18-19-20 Febbraio 2016

    R. Cocconi

    RENATO COCCONI: LA FILOSOFIA DI RENATO COCCONI Face driven orthodontics

    • Il viso come paradigma per la diagnosi Imparare a “leggere” il viso: – L’unità Naso-Labiale – L’unità Labio-Mentale;
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa: Cosa definisce l’estetica delle labbra – Morfologia e posizione del framework • Face driven orthodontics vs Occlusion driven orthodontics

    RECORDS DIAGNOSTICI Cosa mi serve per fare una valutazione secondo la filosofia di Renato Cocconi?

    • Foto extraorali in posizione naturale verticale
    • Fotografie intraorali in alta definizione
    • Impronte vs scansioni digitali: – Vantaggi e limiti delle nuove tecnologie
    • Rx e/o CBCT
    • Analisi cefalometrica – Pochi numeri per definire una direzione di trattamento precisa – Tracciato Roth / Jaraback Pochi valori per definire i rapporti scheletrici attuali del paziente – Le sfere di Jaraback Come capire il pattern di crescita futuro del paziente e come reagirà alle nostre meccaniche – Gli studi sulla crescita di Bjork e le sovrapposizioni – Integrare l’analisi cefalometrica con l’analisi del viso per definire i vettori di spostamento di incisivi e molari nel trattamento

    IL TRATTAMENTO A STADI DEL SOGGETTO IN DENTIZIONE MISTA (6/12 AA) Un nuovo modo di intendere il trattamento del soggetto in crescita

    • Dal monitoraggio al trattamento delle:  Discrepanze basali: diametri traversi – Discrepanze scheletriche sagittali (II & III Classi) – Discrepanze scheletriche verticali – Discrepanze dento-basali
    • Paradossi nel trattamento delle II Classi – Evidence based treatment vs clinical based treatment
    • Introduzione al concetto di “trattamento ad obiettivi selezionati” e “trattamento pre-chirurgico precoce” – Criteri e condizioni di inclusione
  • 2

    18-19-20 Marzo 2016

    N. Preda, A. Carboni, R. Strobbe, V. Maccagnola

    N. PREDA – INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA DI RONALD ROTH Occlusione in funzione

    • Obiettivi di trattamento ortodontico da Angle a Roth: – La classificazione delle malocclusioni di Angle – Le sei chiavi dell’occlusione di Andrews – I contatti occlusali e le guide funzionali – L’occlusione funzionale di Roth
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Nicola Preda
    • Posizione funzionale articolare: la relazione centrica (R.C.)
    • Relazione centrica: reale e presunta
    • Discrepanza CO-CR: stabilizzazione articolare su splint
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Nicola Preda

    A. CARBONI – DIAGNOSI E TRATTAMENTO DELLE PROBLEMATICHE ARTICOLARI

    • La prima visita gnatologica
    • Suoni e segni di problematiche articolari
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Carboni
    • Imparare a leggere ed interpretare le CBCT per la diagnosi ed il monitoraggio dei problemi ATM Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Carboni
    • Diagnosi differenziale dei problemi ATM

    R. STROBBE –  Il supporto fisioterapico e farmacologico nel trattamento dei problemi ATM

    V. MACCAGNOLA – Il trattamento gnatologico con BITE in relazione centrica –

    • Criteri di regolazione Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato

    V. MACCAGNOLA, FACE TUTOR, LAB. UNIONTECH – WORKSHOP IN STUDIO

    • Visita gnatologica: ricerca dei suoni articolari
    • Presa delle cere in relazione centrica e dell’arco facciale
    • Realizzazione del montaggio in articolatore in relazione centrica
    • Realizzazione del montaggio CPI
    • Regolazione di un bite gnatologico in relazione centrica
  • 3

    20-21-22 Maggio 2016

    D. Martin, V. Maccagnola, A. Musci

    D. MARTIN – APPLICAZIONE DELLA FILOSOFIA ROTH NEI TRATTAMENTI DI TUTTI I GIORNI Progettare e lavorare in relazione centrica cambia le prospettive di trattamento e la stabilità dei risultati

    • Stabilizzazione articolare in CR
    • Controllo verticale
    • II classi verticali
    • Trattamento multidisciplinare in CR

    V. MACCAGNOLA, A. MUSCI – L’APPARECCHIATURA STRAIGHT WIRE

    • L’apparecchiatura straight wire autolegante: caratteristiche
    • Le apparecchiature FACE: – Standard, super torque e di verticalizzazione
    • Il protocollo di posizionamento degli attacchi
    • Riposizionamento degli attacchi
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Musci
    • Errori più comuni nel posizionamento di attacchi e bande
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Musci
    • Bondaggio diretto e indiretto – Protocollo di procedura – Limiti e vantaggi

    LA BIOMECCANICA DI TRATTAMENTO STRAIGHT WIRE

    • Caratteristiche biomeccaniche dei fili
    • Sequenze biomeccaniche di lavoro – Allineamento / livellamento / ingranaggio / rifinitura
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Valerio Maccagnola
    • La barra palatale – Scelta e attivazione
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Valerio Maccagnola

    V. MACCAGNOLA, FACE TUTOR, LAB. UNIONTECH – WORKSHOP

    • Attivazione barra palatale su modello – Materiali necessari per la parte pratica: barra palatale, modello con bande provviste di lingual sheat, pinza da barra (Cod. 344), due legature metalliche, Mathieu, tronchese dritto mini, filo interdentale
  • 4

    24-25-26 Giugno 2016

    V. Maccagnola, R. De Gabriele, G. Dallatana, R. Riva

    V. MACCAGNOLA – RIVALUTAZIONE DELLE FASI BIOMECCANICHE PRESENTATE PRECEDENTEMENTE

    LA BIOMECCANICA DI TRATTAMENTO STRAIGHT WIRE NEI CASI ESTRATTIVI

    • La chiusura spazi estrattivi in ancoraggio minimo, medio e massimo – Utilizzo delle DKHL – Utilizzo degli archi posted – Utilizzo dell’Asher – Utilizzo degli ancoraggi scheletrici
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Valerio Maccagnola

    R. DE GABRIELE, G. DALLATANA, R. RIVA – L’ANCORAGGIO ASSOLUTO: TAD’S & BENEFIT

    • Easy Driver Benefit – Utilizzo di miniviti con sistematica guidata di posizionamento
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Renzo De Gabriele
  • 5

    09-10-11 Settembre 2016

    R. Cocconi

    R. COCCONI – PROTOCOLLI DI TRATTAMENTO IN DENTATURA PERMANENTE

    • Trattamento delle II classi short face (DVP/ DVA > 67%) Protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa
    • Trattamento delle II classi con crescita verticale (DVP/ DVA < 61%) Protocolli di trattamento estrattivi e non estrattivi
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa
    • Trattamento di Camouflage di II classe
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa
    • Trattamento delle III classi
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa
  • 6

    11-12-13 Novembre 2016

    R. Cocconi, V. Maccagnola, M.Rosa, S. Rapa, A. Musci

    R.COCCONI, V.MACCAGNOLA: TRATTAMENTO DI CASI CON IMPLICAZIONI MULTIDISCIPLINARI Agenesia dei laterali

    • Apertura spazi agenesici – Apertura vs chiusura degli spazi: indicazioni e protocolli operativi – Biomeccanica ortodontica di lavoro; gli ancoraggi-  Come progettare un maryland “longevo” – Quando posizionare l’impianto e finalizzare il caso
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa

    M. ROSA – CHIUSURA SPAZI AGENESICI CON AMELOPLASTICA DEI CANINI E DEI PREMOLARI

    • Indicazioni e protocolli operativi – Biomeccanica di lavoro – Come posizionare canini e premolari per la preparazione alle ameloplastiche – Come trasformare con i compositi i canini in laterali e i premolari in canini
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Marco Rosa

    R. COCCONI – TRATTAMENTO DEL GUMMY SMILE

    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa

    R. COCCONI, S. RAPA – TRATTAMENTO DELL’ALTERATA ERUZIONE PASSIVA

    • Diagnosi e trattamento
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Silvia Rapa

    A. MUSCI – USO DEL LASER

    • Funzionalità, indicazioni, normative, protocolli
    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Musci

    R.COCCONI, A. MUSCI – TRATTAMENTO DEI CANINI INCLUSI

    • Sintesi esplicativa del protocollo clinico presentato – Alessandro Musci
  • 7

    12-13-14 Gennaio 2017

    R. Cocconi, M. Raffaini, G. Dallatana, S. Rapa

    R.COCCONI, M.RAFFAINI – INTRODUZIONE ALLA CHIRURGIA ORTOGNATICA SECONDO LA FILOSOFIA DEI DOTTORI R. COCCONI & M. RAFFAINI

    • Face driven surgery vs occlusion driven surgery Programmare un intervento combinato orto-chirurgico valutando il viso o l’occlusione?
    • Face driven surgery – 3 livelli di intervento, 3 livelli di progettazione…nei 3 piani dello spazio – Posizione dei tessuti duri (ossa e denti): come definire e dove posizionare basi ossee e denti – Morfologia dei tessuti duri – Morfologia dei tessuti molli: liposcultura per armonizzare il risultato – Errori nella programmazione di un intervento ed effetti

    M.RAFFAINI – BASI DI CHIRURGIA ORTOGNATICA

    • Le principali procedure chirurgiche:
      – BSSRO: chirurgia dei rami mandibolari
      – Genioplastica
      – Osteotomia di Le Fort I
      – Segmentalizzazione maxillare
      – SARPE
      – Corticotomie
    •  Intervento monomascellare o bimascellare?
    • Surgery first, una nuova possibilità: indicazioni e limiti
    • Chirurgia e recidiva

    R.COCCONI, G.DALLATANA – LA PROGRAMMAZIONE DIGITALE 3D DEL TRATTAMENTO ORTODONTICO ORTO-CHIRURGICO

    • Lavorare con i prototipi per migliorare efficienza e predicibilità del risultato

    M.RAFFAINI, G.DALLATANA – LA PROGRAMMAZIONE DIGITALE 3D DELL’INTERVENTO DI CHIRURGIA ORTOGNATICA

    • Software 3D per migliorare la precisione nella programmazione

    S. RAPA

    • Gestione dei diametri trasversi nel trattamento orto-chirurgico Come valutare e trattare i diametri trasversi. Diagnosi, pianificazione e monitoraggio durante le fase di l lavoro
    • Espansione chirurgicamente assistita
    • Segmentalizzazione
    • Corticotomie

    R. COCCONI

    • Gestione del terzo ordine nel trattamento orto-chirurgico
    • Il controllo del terzo ordine

    R.COCCONI, M.RAFFAINI

    • Il trattamento orto-chirurgico delle II Classi
    • Il trattamento orto-chirurgico delle III Classi
    • Il trattamento orto-chirurgico degli Openbite
    • Il trattamento orto-chirurgico nei casi complessi e multidisciplinari
  • 8

    07-08-09 Aprile 2017

    R. Cocconi, M. Lombardo, R. Pegoraro, S. Stefanelli

    R. COCCONI, FACE TEAM – REVISIONE DEI PRINCIPALI PROTOCOLLI DI LAVORO ORTODONTICI PRESENTAZIONE DI CASI E DISCUSSIONE CON PARTECIPANTI

    M. LOMBARDO – MARKETING E MANAGEMENT

    • Management dello studio odontoiatrico

    R. PEGORARO

    • Marketing on-line

    S. STEFANELLI

    • Aspetti legali del marketing on-line

Quota

  • Scopri come iscriverti

     

    Compila questo modulo per iscriverti al corso. *campi obbligatori - una copia verrà inviata al tuo indirizzo email.










    ATTENZIONE

    1) Le iscrizioni verranno accettate fino ad esaurimento posti.
    2) In caso di mancato raggiungimento del numero previsto, la libreria si riserva di annullare il corso. Verrà data immediata comunicazione agli iscritti e restituiremo la quota versata.
    3) È possibile disdire la partecipazione e chiedere il rimborso dell’importo

    Acconsento al trattamento dei dati se condo la normativa sulla privacy

Sponsor

Partner

Seguici su Facebook